Moving for prosperity

24

Ott 2019

4:00 pm – 6:00 pm

Centro Studi Americani

Via Michelangelo Caetani, 32
00186Roma

La parabola della crescita

L’evento si terrà in: English
Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Moving for prosperity

Comprendere (e simpatizzare con) le legittime preoccupazioni economiche associate alla migrazione da parte della popolazione dei paesi ospitanti è fondamentale per sviluppare politiche informate ed efficaci. L’obiettivo delle politiche migratorie dovrebbe essere la riduzione dei costi di breve termine della dislocazione dei lavoratori nativi e un’equa distribuzione dei benefici generati dalla mobilità del lavoro.

L’obiettivo del Rapporto è quello di presentare i dati le loro fonti, i metodi di ricerca, le determinanti della migrazione e l’impatto sul mercato del lavoro nei paesi di destinazione, al fine di informare i policy-maker. I dati mostrano che la migrazione tende a concentrarsi geograficamente, nei settori, e nel mercato del lavoro.

Ciò determina un incremento di ansia, insicurezza, e potenziali effetti negativi di breve termine sui lavoratori nativi nei paesi d’accoglienza. Inoltre, gli effetti positivi e i benefici di lungo termine sono più diffusi mentre i costi sono concentrati e facilmente, ma spesso non correttamente, attribuibili alla migrazione.

Le soluzioni e le politiche per la gestione dei flussi migratori dovrebbero non solo accrescere i benefici della migrazione ma anche distribuire questi benefici in maniera eguale tra la popolazione. Gli schemi di redistribuzione, infatti, necessitano della considerazione sia della forza lavoro che vince sia di quella perde dall’ingresso degli immigrati, nel paese di destinazione come anche in quello di origine. Questo processo richiede coordinazione e anticipazione delle dinamiche da parte dei policy maker, ed è l’unico modo per stabilire dei meccanismi che convertono i benefici economici in realtà, considerando che queste problematiche non sono solo dovute alla migrazione ma rientrano nell’intero spettro degli effetti della globalizzazione – dal commercio al riscaldamento globale alla finanza.

Partecipano:

Çağlar Özden Lead Economist, Development Research Group World Bank

Antonio Cocozza,Professore  Ordinario di Sociologia dei processi economici e del lavoro , Presidente del Corso di Laurea “Formazione e sviluppo delle risorse umane”, Università degli studi Roma Tre

Stefania Capogna, Professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Link Campus University

Gilberto Turati,  Professore Università Cattolica del Sacro Cuore

Cleophas Dioma, coordinatore del Gruppo di Lavoro Migrazione e Sviluppo del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo (MAECI)

Modera: Carmen Lasorella, Giornalista

evento in inglese

 

Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail
Çağlar Özden

Lead Economist, Development Research Group World Bank

Antonio Cocozza

Professore Ordinario di Sociologia dei processi economici e del lavoro , Presidente del Corso di Laurea "Formazione e sviluppo delle risorse umane", Università degli studi Roma Tre

Stefania Capogna

Professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Link Campus University

Carmen Lasorella

Giornalista

Gilberto Turati

Professore Scienza delle Finanze, Università Cattolica del Sacro Cuore

CONTATTI

Diplomacy
Festival della Diplomazia
© 2015 Comitato Festival della Diplomazia. All right reserved

Comitato Promotore Festival della Diplomazia
Via Carlo Botta, 17
00184 Roma
P.IVA: 11151201008
C.F.: 97617660580

T +39 06 77073160
F +39 06 77073168