La lunga strada verso l’internazionalizzazione

La lunga strada verso l’internazionalizzazione

Considerando l’internazionalizzazione delle imprese italiane come un obiettivo condiviso, molti sono gli ostacoli che si frappongono prima del suo effettivo raggiungimento.

Il processo legiferante verso l’internazionalizzazione deve necessariamente svolgersi in un clima di certezza normativa, e dovrà favorire la riduzione dei costi di compliance a carico delle imprese.

Gli occhi sono puntati sul D.Lgs. n. 147/2015, adottato in attuazione dell’art. 12 della legge delega fiscale. Il principale tema su cui si basa la legge delega è la revisione della disciplina delle operazioni transfrontaliere. Questo procedimento faciliterà la creazione di un contesto di maggiore certezza, andando ad eliminare le lacune dell’ordinamento domestico, ridurrà il numero e di conseguenza gli oneri degli adempimenti per le imprese, avvicinerà gli standard della normativa interna ai principi comunitari e a quelli dettati dall’OCSE, e più in generale andrà ad eliminare le anomalie legislative del sistema vigente.

Il Festival della Diplomazia, giunto alla VI edizione, tratterà questo argomento il giorno 28 ottobre, all’interno di un incontro dal titolo: “Internazionalizzazione dell’impresa. Il nuovo approccio del legislatore italiano“. Presso la Sala delle Colonne dell’Università LUISS Guido Carli, i focus tematici intorno ai quali verterà il dibattito saranno Regime CFC, Regime costi e Black List, Branch Exemption, Ruling Internazionale, Rimpatrio delle società estere, Consolidato Nazionale, Patent Box e Fiscalità della Stabile Organizzazione.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply