Sfide globali sui tavoli ONU a Roma

23

Ott 2017

9:00 am –

Spazio Europa

Via IV Novembre, 149
00187Roma

Migrazione, Sviluppo e Integrazione

L’evento si terrà in: Italiano, English
Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Sfide globali sui tavoli ONU a Roma

Ambiente, Corea del Nord, Iran, Libia e persecuzioni in Birmania. Questi sono solo alcuni degli argomenti in cima all’agenda dei lavori dell’Assemblea generale dell’ONU. Le sfide globali non si risolvono da soli, ma con un approccio comune: c’è necessità di collaborare per affrontare le problematiche che affliggono il mondo a livello internazionale. «Prevenzione dei conflitti, dei disastri naturali e delle crisi umanitarie e migratorie che ne conseguono, causa a loro volta di ulteriore instabilità, non significa costruire barriere. Significa, piuttosto, realizzare lo sviluppo inclusivo e sostenibile» ha affermato in un suo discorso al Palazzo di Vetro, il premier Gentiloni.

Le sfide umanitarie sono molteplici: sorge la necessità di investire in sicurezza alimentare e sviluppo rurale/ambientale nonché garantire politiche di supporto allo sviluppo sostenibile. Determinati problemi sono globali per natura: di conseguenza possono essere affrontati soltanto con un approccio che funzioni ben al di là delle frontiere dell’UE, operando assieme ai paesi confinanti. C’è bisogno di una risposta globale a fenomeni quale quello migratorio o climatico, che parta dalla Ue e tocchi l’intera comunità internazionale. Si tratta di emergenze, quali il terrorismo, che necessitano di un impegno costante con i partner internazionali come fattore determinante per risolvere al meglio questi ed altri temi maggiormente discussi.

L’ONU, l’Organizzazione delle Nazioni Unite, è nata nel 1945 come organizzazione intergovernativa a carattere internazionale con lo scopo di assicurare una salda e coesa collaborazione degli stati membri, come garanzia della risoluzione degli argomenti più scottanti che difficilmente potrebbero essere risolti solo a livello locale. Lo sviluppo crescente della globalizzazione ha reso il network di istituzioni altamente rilevante: nel mondo contemporaneo non è più un singolo attore a fare la differenza, ma è la rete di diverse comunità, paesi, nazioni ad influenzare in maniera sempre più consistente il futuro globale.

Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail
Beatrice Covassi

Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea

Piefrancesco Sacco

Ambasciatore d'Italia presso le UN

Jan Tombiński

Ambasciatore dell'Unione europea presso la Santa Sede, l'Ordine di Malta, le agenzie dell'ONU a Roma e la Repubblica di San Marino

Francesco Luna

World Food Programme

Elisenda Estruch

Economista, FAO

Mattia Prayer Galletti

Lead Technical Specialist, Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo

Giovanni De Negri

Direttore Eurocomunicazione

CONTATTI

Diplomacy
Festival della Diplomazia
© 2015 Comitato Festival della Diplomazia. All right reserved

Comitato Promotore Festival della Diplomazia
Via Carlo Botta, 17
00184 Roma
P.IVA: 11151201008
C.F.: 97617660580

T +39 06 77073160
F +39 06 77073168