No items found

La Germania ha votato – Europa quo vadis? Scenari per una riforma dell’Europa

25

Ott 2017

9:00 am –

No items found

Leadership e Politica, , , , ,

L’evento si terrà in: Italiano, ,
Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

La Germania ha votato – Europa quo vadis? Scenari per una riforma dell’Europa

La Germania è ad oggi la prima potenza economica in Europa. Angela Merkel, eletta cancelliere per ben 4 volte, ha saputo gestire la crisi economica e guidare il paese verso la stabilità, portando il tasso di disoccupazione ai minimi storici. Tuttavia, con 82 milioni di abitanti e un andamento demografico negativo avrà difficoltà a rimanere fra i primi posti nella produzione di valore.

Soprattutto sarà difficile mantenere il secondo posto nella graduatoria dei paesi esportatori (dopo la Cina, prima degli Stati Uniti e del Giappone). La rapida ascesa del gigante asiatico ha comportato un ulteriore spostamento del baricentro economico mondiale dall’Atlantico verso il Pacifico. Arrivati a questo punto, la Germania non può più fondare le proprie esportazioni solo sugli acquisti europei e americani. Essa deve aggiungere almeno Mosca e Pechino. Mentre con Mosca le cose non sono più di tanto cambiate dal tempo della Ostpolitik, con Pechino il rapporto è sempre stato contraddittorio, essendo la Cina un grande importatore di mezzi di produzione ma anche, ormai, il primo esportatore mondiale di merci.

I tedeschi hanno votato nel segno della continuità sotto Angela Merkel. Cosa significa per l’Europa il voto tedesco? Quali conseguenze avranno sul processo di integrazione il probabile cambio di governo a Berlino, il crollo della Spd e l’arrivo in massa al Bundestag di una forza politica anti-europea come AfD?

Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail
Costanza Hermanin

Consigliere politico del Ministero della Giustizia

Barbara Ciolli

Giornalista

Sergio Fabbrini

Direttore della Luiss School of Government

CONTATTI

Diplomacy
Festival della Diplomazia
© 2015 Comitato Festival della Diplomazia. All right reserved

Comitato Promotore Festival della Diplomazia
Via Carlo Botta, 17
00184 Roma
P.IVA: 11151201008
C.F.: 97617660580

T +39 06 77073160
F +39 06 77073168