50th Anniversary of ASEAN and 40th Anniversary of ASEAN-EU relations

20

Ott 2017

6:30 pm –

Rome Marriott Grand Hotel Flora

Via Vittorio Veneto, 191
00187Roma

Leadership e Politica

L’evento si terrà in: English
Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

50th Anniversary of ASEAN and 40th Anniversary of ASEAN-EU relations

Negli ultimi 25 anni nei Paesi dell’Asia i redditi reali sono quasi raddoppiati, la mortalità infantile si è dimezzata e il numero persone con istruzione scolastica di base è nettamente aumentato. I governi di tutti i Paesi dell’area sono democraticamente eletti. A questi successi hanno certamente contribuito in modo importante la globalizzazione e la cooperazione, ma i problemi legati a uno sviluppo troppo spesso sfrenato e incontrollato, e quindi di natura complessa, non sono riconducibili a una singola causa né possono essere risolti con interventi isolati. Altresì, sarebbe sbagliato valutare i percorsi e il raggiungimento degli obiettivi considerando solo la trasposizione alle società asiatiche degli stili di vita economici, sociali, culturali e politici dei Paesi Occidentali.

Negli anni Ottanta e Novanta il vecchio modello di sviluppo tradizionale venne a essere sostituito dal concetto di sviluppo sostenibile, mentre la rapidità dei processi tecnologici ha condotto a considerare lo sviluppo non più come una questione nazionale o bilaterale, ma come una sfida globale che privilegia approcci basati sul partenariato e sulla reciprocità delle responsabilità.

Il forte rilancio della politica estera e della presenza italiana in Asia, risponde a fondamentali interessi politici ed economici nazionali, e passa innanzitutto attraverso il rafforzamento dei rapporti bilaterali con i “giganti” dell’Estremo Oriente quali la Cina e il Giappone, senza tralasciare Paesi in forte ascesa come la Corea del Sud e l’Indonesia.

In generale, l’Italia è impegnata a matenere relazioni sempre più strette non solo fra Governi, ma anche fra i rispettivi popoli, e proprio in tale direzione si è mossa negli ultimi anni, per rafforzare ed intensificare la presenza italiana in quest’area di primaria importanza dal punto di vista economico e politico. Il più evidente esempio di tale rilancio della nostra politica in Asia orientale è stato rappresentato dalle frequenti visite degli esponenti del nostro Governo in tutti i Paesi della regione. Su un piano generale l’Italia, nell’ambito dell’Unione Europea, ha importanti interessi, strategici e legati alla sicurezza, nella regione dell’Asia orientale.

Al dinamismo dei rapporti politici si accompagna un forte impulso dei flussi economici, con un consistente accrescimento del nostro export verso i mercati più effervescenti della regione, mantenutosi, seppure con qualche flessione, anche a fronte della attuale crisi economica. Un’attenzione particolare continua ad essere prestata dal Governo all’incremento del volume di investimenti e di attività commerciali effettuati in direzione del nostro Paese e dei Paesi appartenenti all’Asia orientale, nell’ottica di un complessivo riequilibrio delle bilance commerciali.

Il Focus Asia Pacific prevede l’organizzazione ogni giorno uno o più eventi di cui sarà protagonista e ospite uno dei Paesi asiatici, per discutere, analizzare e valorizzare le relazioni bilaterali con l’Italia, le prospettive di cooperazione e di amicizia presenti e future.

Condividi l’evento
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail
Tana Weskosith

Ambasciatore del Regno di Thailandia

Ugo Astuto

Direttore Centrale per l’Asia e l’Oceania

Jan Tombiński

Ambasciatore dell'Unione europea presso la Santa Sede, l'Ordine di Malta, le agenzie dell'ONU a Roma e la Repubblica di San Marino

CONTATTI

Diplomacy
Festival della Diplomazia
© 2015 Comitato Festival della Diplomazia. All right reserved

Comitato Promotore Festival della Diplomazia
Via Carlo Botta, 17
00184 Roma
P.IVA: 11151201008
C.F.: 97617660580

T +39 06 77073160
F +39 06 77073168